Simone Tudda

Giovane attore Calabrese dallo sguardo molto intenso, voce potente e  fisico imponente, capace di ricoprire un’ampia gamma di personaggi grazie al suo viso estremamente mutabile. Ragazzo affascinante dai tratti vagamente orientali, alto ed espressivo, considera la sua carta vincente la sua professionalità sul lavoro e la sua malleabilità nel lasciarsi plasmare completamente da chi lo dirige cogliendo immediatamente qualsiasi richiesta o direzione sulla performance.

La sua tenacia lo ha portato a vincere un’importante traguardo, ovvero l’eliminazione del problema ortofonico della erre arrotata o “moscia”, di cui adesso può vantare pieno controllo poiché diventata una rara “Skill” che utilizza a piacimento come tratto caratterizzante dei personaggi che interpreta. Sale sul palcoscenico alla giovane età di 12 anni nelle commedie vernacolari e e durante il liceo in una compagnia teatrale, performando in opere teatrali importanti, da “Il Giardino dei Ciliegi” di Cechov a “Antigone”. Decide di farne una professione frequentando un’Accademia di Recitazione e Arti Performative a Roma e accompagnando a essa numerosi Workshop e corsi extracurriculari per avere una formazione poliedrica e completa, sia per il cinema che per il teatro.
Poliedrico è il termine che più lo definisce poiché ha praticato a lungo molti sport come nuoto, calcio, arti marziali, equitazione, tango argentino e balli moderni, conosce bene e parla l’inglese, il francese ed è versatile nei dialetti (primi fra tutti calabrese e siciliano), infine ha un ottimo livello nel canto ed è un istruttore cinofilo ENCI riconosciuto a livello nazionale e in grado perciò di lavorare bene su set che comprendono cani attori.

Curriculum artistico Simone Tudda

Commenti chiusi